Cdn a rischio cadute

La pavimentazione sconnessa e danneggiata crea pericoli per i passanti

18

Atestimoniare le conseguenze del passaggio continuo di auto, a danno anche della pavimentazione che si presenta pericolosamente, rotta e sconnessa per i pedoni, c’è lo spiacevole incidente di recente capitato a Lina Ausiello, titolare della Centro Direzionale Immobiliare, una presenza storica della City.

“Sono inciampata e caduta rovinosamente, nelle vicinanze del bar Franco, all’isola F3, sul viale principale – spiega Ausiello – sbattendo il viso e fratturandomi il braccio destro. La mattonella era spaccata e in parte sollevata, quindi molto insidiosa, perché il pericolo non era così evidente a prima vista.

(foto in pagina)

La responsabilità di una caduta è da imputare a se stessi, se si è distratti dall’uso di un telefonino oppure si usano tacchi alti, in zone con pavimentazione irregolare, come ci spiega Ausiello, ma lei indossava scarpe con tacchi bassi e non stava guardando il telefonino, come possono mostrare pure le immagini riprese da una telecamera di sorveglianza del Gesecedi, posta sul luogo della caduta. Ed è per questo che Ausiello è amareggiata e si dice pronta ad agire per vie legali.

“Farò causa alla Napoli Servizi e al Comune- dichiara – che non curano adeguatamente la pavimentazione pubblica a loro affidata. Il degrado che si è creato al Cdn è inaccettabile”.

E chi meglio della Ausiello che è la vera memoria storica del Cdn, può testimoniare anche la differenza tra quella che era un tempo un’area pedonale  tranquilla e non invasa da tutti i veicoli che attualmente, invece, con il loro passaggio, creano di continuo danni alle mattonelle oltre che confusione, inquinamento e pericolo per i passanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.