GESECEDI INFORMA

5

“Il mese di aprile è stato caratterizzato – spiega il geometra Gennaro Vallefuoco, responsabile della Sicurezza del Consorzio Gesecedi – anche da svariati interventi volti a tranquillizzare gli utenti e i residenti del Centro che data la minore affluenza di persone nel periodo festivo della Pasqua e del ponte del 25 aprile, in più occasioni si sono impressionati, contattandoci e segnalandoci situazioni di pericolo che poi si sono rivelate infondate. Ma anche questo fa parte del nostro compito di assicurare una presenza costante sul territorio, 24 ore su 24 e ogni giorno dell’anno, lavorativo o festivo che sia, in modo da intervenire anche solo per tranquillizzare gli utenti. In pratica, un punto di riferimento sempre presente e in grado di essere percepito come tale da tutti”. Gli interventi effettuati nel mese di aprile Collaborazione prestata ad intervento dei Vigili del Fuoco Il 1 aprile alle 17:40, le guardie giurate in servizio, hanno collaborato con l’autoscala dei Vigili del Fuoco che entrata da piazza Salerno si è diretta all’isola B3, dove andava messa in sicurezza la parte pericolante di una delle facciate dell’edificio. Presenti sul posto anche i Vigili urbani e l’amministratore dell’isolato. Le guardie giurate hanno anche provveduto a transennare la zona. Fermo di un individuo sospetto Il 4 aprile alle 9:05, le guardie giurate impegnate nel consueto giro di ronda al Cdn, sono state avvicinate da un utente che segnalava la presenza di un giovane sospetto che si aggirava tra le auto in sosta lungo via Taddeo da Sessa. Giunti sul posto nei pressi di torre Giuseppina, le guardie hanno notato un giovane accovacciato vicino ad un’auto parcheggiata, mentre era intento con un cacciavite a smontarne i copri ruote. L’uomo è stato fermato subito dalle guardie, prima che potesse fuggire, mentre la Centrale Operativa ha chiamato il 113 che ha inviato una pattuglia alla quale è stato consegnato il giovane, insieme ai copri ruote asportati dall’auto. Manifestanti presso Manital all’isola G7 Il 26 aprile scorso alle 10:40 circa, è giunta in Centrale Operativa la richiesta del custode dell’edificio G7 che segnalava la presenza di una ventina di manifestanti, dipendenti della ditta di manutenzione Manital, che protestavano per il mancato percepimento dello stipendio e minacciavano di mettere in pratica azioni clamorose. Dalla Centrale Operativa è partita dunque la chiamata alla Polizia di Stato affinchè intervenisse e nel frattempo le guardie giurate sono rimaste sul posto, a vigilare sui manifestanti e a monitorare la situazione, per evitare eventuali spiacevoli incidenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.