L’immagino così

L’arte al Centro tra fantasia e realtà

28

Passeggiano sicuri lungo i viali del Centro DirezionaleFamiglie napoletane e stranieri, una folla colorata riscopre la grande isola pedonale: i bimbi scorrazzano liberi sui monopattini, i genitori osservano a distanza, i turisti fotografano, tutti si godono il fantasioso itinerario di arte contemporaneaOpere di artisti internazionali e giovani scultori installate lungo le isole: l’idea di Vivere accolta e promossa dal Comune genera nuova linfa vitale per un pezzo di città acceso dal lunedì al venerdì, dalle otto alle diciannove.
Che si spegne con la chiusura degli uffici, si svuota nel weekend e non rientra nel giro delle iniziative culturali di Napoli. 
«Erano anni che non venivo al CDN» è il commento più ascoltato. «Wonderful» ripetono  i turisti in fila per una pizza in uno dei tanti ristoranti del CDN che, quotidianamente, sfamano gli impiegati nella pausa pranzo.
I bar pieni per un caffè doc, la musica degli artisti di strada accompagna i visitatori stupiti ed in totale relax in questa oasi senza auto, eppure al centro della città. 
Così, da un’intuizione del nostro giornale e con l’impegno delle Istituzioni, il CDN  cambia pelle e da un asettico agglomerato di uffici, grazie all’arte, diviene un luogo vivo. L’arte contro il degrado, l’arte che genera un indotto economico, l’arte per abbellire un’area che merita ben altro destino, più cura ed investimenti per recuperare i parcheggi abbandonati, far ripartire le scale mobili, ripulire le aiuole. In questa possibile, futura domenica del CDN, la folla colorata di turisti e famiglie raggiunge la fontana, simbolo del Centro Direzionale e spenta da anni.
E’ l’ora della rinascita: il Sindaco inaugura il restauro e l’acqua sale su, verso il cielo e poi cade nella vasca, finalmente piena di entusiasmo  e con la voglia di non fermarsi più.

Mario Monfrecola

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.