Musica & dintorni…

9

Ah …maggio !! Che bel mese…amiche lettrici ed amici lettori tutto bene? Pasqua? E le feste a seguire? Beh…vi confesso che, indipendentemente da questi eventi, le nostre pagine si arricchiscono oltre che delle emozioni ancora vive relative al periodo più intenso per la Cristianità, di una presenza di caratura internazionale, interprete rigorosa e preparata ma al tempo stesso dotata di una grande sensibilità : Simonetta Tancredi.

Ancora una volta una Donna; ancora una volta una Musicista. In sintesi un’Artista cresciuta nel nostro territorio ma ben nota oltre i nostri confini ( troppo spesso strumentalizzati per fini ed interessi di tutt’altro tenore… ) sia cittadini che nazionali .

Per di più, per la prima volta la nostra rubrica si arricchisce di contenuti multimediali, grazie ai contributi messici a disposizione dalla poliedrica Musicista.

Proviamo ad ammirarla meglio, oltre che nell’immagine, nel suo pensiero.

“La tappa più importante della mia vita è identificabile nel lontano 11 luglio del 1996 quando vinsi il concorso per maestri collaboratori al Teatro alla Scala e cambiai radicalmente la mia vita trasferendomi a Milano” (con il Diploma di Conservatorio in pianoforte, direzione corale a Napoli e clavicembalo a Roma n.d.r.). Ancora una volta capita che lasciamo sfuggire le professionalità migliori…ma…“Durante un recente recital pianistico  a Canberra, sapendo che in sala avrei avuto un folto numero di peruviani pensai di eseguire per bis delle canzoni di Chabuca Granda, celebre cantautrice peruviana, rielaborate da me per pianoforte solo. Mentre suonavo una signora del pubblico ha iniziato ad applaudirmi coinvolgendo gli altri connazionali e trascinata dalla musica che le ricordava le sue radici ha iniziato a cantare a squarciagola al punto che ho deciso di invitarla sul palco con me!!” In merito ai sogni ed agli obiettivi li condivido in toto: “ Vorrei disporre di fondi per gestire un piccolo teatro (ne abbiamo tanti in Italia abbandonati) e creare una programmazione di opere liriche per dare spazio e visibilità a giovani talenti (che purtroppo spesso sono costretti a scappare all’estero per realizzarsi)”. Quanto ha ragione… sentiamo un aneddoto: “Fui chiamata , molto giovane, come coach di Carreras che in pochi giorni avrebbe dovuto imparare la Messa da Requiem di Mozart. Come mio solito arrivo con largo anticipo all’appuntamento ed inizio ad entrare in sala ed a provare il pianoforte. Dopo poco sento dei passi ed una voce che saluta con “Buongiorno Maestro”. Ero consapevole di essere da sola ; mi guardo intorno , non vedo nessuno a parte  un omino che si avvicina timidamente…. Era lui, Carreras, il Mito. Smetto di suonare, gli vado incontro e gli dico: Buongiorno, Maestro è Lei, sono onorata di conoscerLa ; e lui di tutta risposta: La prego di avere molta pazienza con me oggi perché non ricordo neanche una nota di questa Messa….I più grandi artisti che ho incontrato nel mio percorso sono state le persone più modeste ed umili con le quali ho avuto a che fare!!! ” Facciamone tesoro!

“Quando sono invitata ad esibirmi all’estero non riesco a definirmi “semplicemente” italiana, bensì vado fiera di dichiarare di essere napoletana, figlia di una città che vanta grandissimi tradizioni musicali, che ha avuto illustri maestri, dove sono nata ,cresciuta e dove ho riempito il mio bagaglio di conoscenza che porto in giro per il mondo. Molto presto decisi di andare via per completare la mia formazione: Siena; Roma ; Salisburgo. Giusto per non farmi mancare nulla; ma posso dire ad alta voce che noi napoletani non abbiamo nulla da invidiare ai più illustri docenti stranieri. Forse l’unica, o una delle pecche che riscontro, è il valorizzare poco il nostro patrimonio musicale e la tendenza a sprecare i talenti…ma Napoli resta sempre una città da cui trarre ispirazione ed energia ed è per questo che ho deciso di stabilire la mia dimora qui, da qui partire per i miei viaggi transoceanici ma qui ritornare sempre e chissà, anche un giorno morirci….” … fortunatamente la ragione del cuore è stata più forte della ragion di stato e sia pure “solo”da queste colonne proviamo tutti a sostenere i nuovi talenti ( A proposito : le segnalazioni sono ferme…) . Dopo il recentissimo successo in Cina , non basterebbe una colonna intera per segnalare i prossimi eventi di Simonetta . Oltre ad essere impegnata in numerosi concerti, è imminente l’incisione di due CD, una masterclass a Mosca e una tournée in Sudamerica. Tuttavia “il mio piatto preferito è, ovviamente, la pizza; ma rigorosamente quella napoletana (non tollero manipolazioni) e rigorosamente Margherita (mozzarella,basilico e pomodoro).”

Allora dicevo bugie poco fa?  In questo mese di maggio le nostre colonne si riempiono dei profumi evocati dalla nostra ospite, splendido fiore della terra di Partenope.

E dai suoni che potremo ascoltare su :

https://youtu.be/fwjZYz6ZROs

https://youtu.be/OnmXP5Bx-50

Buona Musica a tutti !

Antonio Ruggiero

twitter @Antonio90626526

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.